Facebook
Instagram
YouTube
Linkedin
Top

Rieducazione motoria

La rieducazione motoria, attraverso esercizi correttivi e rieducativi, mira a ristabilire le normali funzionalità articolari, muscolari e di coordinazione del movimento di una o più parti e di conseguenza, di tutto il corpo.

Gli esercizi rieducativi vengono utilizzati quando ci sono disfunzioni che non permettono di accedere ad un determinato movimento. Il problema può essere di mobilità o di controllo motorio (movimento che non sono più abituato a compiere).

Dobbiamo considerare la mobilità di una articolazione anche come la capacità di recepire informazioni, per poter avere un appropriato programma motorio. L’importanza delle informazioni sensoriali esterne entra quindi in gioco nell’insegnamento e apprendimento degli esercizi rieducativi che avviene perciò tramite prove ed errori, stimoli sensoriali esterni e genera un adattamento positivo immediato (abbiamo bisogno di poche ripetizione per riacquisire una corretta sequenza motoria).

L’obiettivo è riacquistare fiducia e forza nei gesti quotidiani o atletici in seguito ad un infortunio (distorsioni, lussazioni e tendinopatie) o più semplicemente per la gestione e prevenzione di fastidiosi dolori articolari (mal di schiena, cervicalgie).

 

  • Rimozione degli agenti scatenanti dai movimenti delle attività di vita quotidiana, tramite la pratica dell’igiene spinale (rispettando individualità della persona)
  • Insegnamento di tecniche di movimento alternative ai movimenti abituali, per compiere i gesti della vita quotidiana in maniera appropriata e senza esacerbare i dolori.
  • Imparare il corretto svolgimento di esercizi per la stabilità della colonna ed una appropriata mobilità delle anche e delle spalle
  • Riacquisire una buona qualità degli schemi di movimento di base.